7 regole d’oro per un’abbronzatura da invidia senza scottature!

Scopri come proteggere la tua pelle in modo sicuro

 

L’estate è la stagione più attesa: possiamo stare all’aria aperta, indossare abiti leggeri e godere di tante ore di sole.
È tempo di vacanze al mare, gite in montagna o scampagnate con gli amici e finalmente possiamo esibire la tanto sospirata tintarella!

Come ottenere un’abbronzatura da invidia senza scottature?
In questo articolo troverai 7 preziosi consigli per abbronzarti in modo consapevole, proteggendo la pelle da irritazioni, eritemi e danni irreparabili dovuti ad una eccessiva esposizione al sole.
Eviterai così di trovarti a settembre con la pelle disidratata e stressata dal caldo e potrai mostrare per tutta l’estate un’abbronzatura sana, luminosa e fresca.

  1. TANTA ACQUA, FRUTTA E VERDURA PER LA TUA PELLE! 
    D’estate cerca di bere 2 litri di acqua naturale al giorno per evitare la disidratazione dovuta al caldo.
    Se l’acqua proprio non va giù, non lasciarti indurre dalla tentazione di bere bibite gassate zuccherate, ma prepara una gustosa acqua detox con frutta e verdura fresca di stagione. In questo modo non solo assicuri la giusta idratazione alla pelle, ma contrasti cellulite, ritenzione idrica e gonfiore.
    Se soffri di pressione bassa, puoi aggiungere all’acqua un integratore di magnesio e potassio per reintegrare i sali minerali persi con il sudore.
    frutta e verdura per abbronzarsiMangia tutti i giorni una porzione di frutta o verdura fresca di colore giallo arancio come albicocche, carote, meloni e peperoni, perchè essendo ricchi di antiossidanti e betacarotene, favoriscono l’abbronzatura e proteggono la pelle dallo stress ossidativo responsabile dell’invecchiamento cellulare.
    Anche le verdure dal fogliame verde (spinaci, verza, cicoria, radicchio, bietola, lattuga), i pomodori, i broccoli, i cavolini di Bruxelles, le fragole e le ciliegie sono ricchi di vitamine che stimolano la produzione di melanina e difendono la pelle.
     
  2. PROTEGGITI CON UNA BUONA CREMA SOLARE 
    Indipendentemente dalla tua carnagione, proteggiti bene nei primi giorni di esposizione con un’alta protezione solare. Non avere paura di non abbronzarti, anzi… eviterai la consueta prima scottatura che provoca un’imbarazzante desquamazione. Ricordati di applicare il prodotto solare almeno 20 minuti prima e di riapplicarlo ogni 2-3 ore, soprattutto dopo il bagno.
    Non dimenticare che i solari non vanno mai massaggiati sulla pelle troppo a lungo, poiché devono creare un film protettivo, ma non devono nemmeno essere spalmati troppo frettolosamente, altrimenti l’abbronzatura risulterà a chiazze.
    Ricorda che esporti al sole senza crema protettiva non solo non consente di ottenere un’abbronzatura sana e duratura, ma fa correre rischi ben più gravi come stress ossidativo, ipercheratosi epidermica o melanomi.
     
  3. A CHE ORA PRENDERE IL SOLE? 
    I raggi ultravioletti UV si suddividono in UVA, UVB e UVC.
    Qual è la differenza e che impatto hanno sulla pelle? 
    Raggi UVA e UVBI raggi UVC vengono bloccati dall’ozonosfera, gli UVA e gli UVB raggiungono la Terra e producono diversi effetti a livello cutaneo. Gli UVB sono la causa di scottature ed eritemi e causano danni a breve termine, mentre gli UVA sono più pericolosi e possono causare la formazione di tumori, invecchiamento cutaneo e macchie solari.
    Queste situazioni si verificano se la pelle è esposta nelle ore sconsigliate e non è opportunamente protetta: accertati che la tua crema solare contenga sia filtri UVA che UVB, personalmente preferisco i filtri solari minerali senza nanoparticelle, ai filtri chimici.
    È molto importante evitare l’abbronzatura nelle ore più calde del giorno, mediamente tra le 11:00 e le 16:00 ed è fondamentale non esporre i bambini piccoli al sole diretto.

    IMPORTANTE: Non usare profumi spray e deodoranti con allergeni prima dell’esposizione, perché potrebbero provocare un eritema o altre sgradevoli reazioni.
    Se stai assumendo dei farmaci, chiedi al medico o al farmacista se puoi prendere il sole, poiché alcuni prodotti aumentano la sensibilità cutanea ai raggi UV.
     
  4. L’IMPORTANZA DEL DOPOSOLE
    Per preservare l’abbronzatura devi rinfrescare la pelle con un buon trattamento cosmetico dopo ogni esposizione solare.
    Il Doposole è un prezioso alleato dell’epidermide perchè contrasta gli effetti dannosi provocati dai raggi solari, soprattutto se contiene principi attivi vegetali con proprietà idratanti e lenitive.
    Se noti che la pelle è particolarmente arrossata, applica un’abbondante quantità di gel di Aloe vera e successivamente una pomata a base di Calendula o di Iperico.
     
  5. COME ACCELERARE L’ABBRONZATURA ED EVITARE ERITEMI
    Per un’abbronzatura sana e duratura può essere utile integrare l’alimentazione con un complesso di betacarotene (precursore della vitamina A). Il betacarotene è normalmente estratto dalla carota e stimola la melanina prodotta dal nostro corpo, rendendo l’abbronzatura più intensa e durevole. Assunto con regolarità nel periodo estivo, previene eritemi solari e difende la pelle dall’invecchiamento cellulare causato da una prolungata esposizione solare. In commercio sono disponibili integratori a base di betacarotene, spesso associati a Vitamina E, Vitamina C e Selenio, che grazie alla loro azione antiossidante, stimolano le naturali difese della pelle e prevengono i danni causati dal sole.
    Se l’alimentazione è completa, non è necessario integrare con betacarotene, ma se la pelle è soggetta spesso ad eritemi, può essere utile iniziarne l’assunzione un mese prima delle vacanze.
    Bella e sana abbronzatura
     
  6. SCRUB CORPO = ABBRONZATURA LUMINOSA
    Una volta a settimana concediti il tempo per uno scrub corpo (denominato anche gommage o peeling).
    Sai bene quanto sia importante lo scrub anche in estate, perchè eliminando le cellule morte l’abbronzatura sarà molto più brillante, durevole e la pelle più morbida, inoltre aiuterai il corpo ad eliminare le tossine e agirai sul microcircolo, contrastando cellulite e ritenzione idrica.
     
  7. SOLE E VITAMINA D
    La mancanza di esposizione al sole può essere tanto nociva quanto la troppa: nel momento in cui i raggi solari colpiscono la nostra pelle, il nostro corpo inizia a sintetizzare la vitamina D.
    La vitamina D regola il metabolismo del calcio ed è quindi importante per la mineralizzazione dell’osso e per mantenere livelli ematici di calcio adeguati per tutte le funzioni dell’organismo nelle quali questo minerale è necessario.
    La vitamina D sintetizzata dal sole previene numerose malattie come l’osteoporosi, le patologie autoimmuni e il cancro. Per la giusta produzione di vitamina D è ideale prendere il sole durante tutto l’anno; nella maggior parte dei casi bastano solo 12 minuti di sole preso al mattino, per regolare l’orologio biologico e fornire il giusto quantitativo di vitamina D al nostro corpo. Se vivi in un paese dove è impossibile poter prendere un po’ di sole tutti i giorni, non ti preoccupare perché, in condizioni di salute, l’organismo accumula la vitamina D prodotta durante i mesi estivi e la fornisce all’organismo gradualmente anche nel periodo invernale.


ABBRONZATI IN MODO SICURO E DIFENDI LA TUA PELLE!
L’abbronzatura spesso dà dipendenza e sembra non bastare mai: più ci si vede scuri e più si sente la necessità di fare scorta di sole, incuranti di rovinare la pelle. Alcune persone hanno un vero e proprio rifiuto verso le protezioni solari e scelgono volutamente le ore più calde per abbronzarsi più in fretta. Al comparire di rughe e macchie siamo tutti più attenti, ma nell’età più giovane si è disposti a ore di tortura per esibire il massimo dell’abbronzatura.
Ognuno di noi ha un patrimonio di ore di sole che va consumato con giudizio. Risparmia per gli anni futuri e ricorda che non c’è niente di bello in una pelle scura e raggrinzita.

Spendi bene le tue ore di sole!

Abbronzatura sana e protetta


Barbara Garbarino       
 


I consigli dietetici forniti e le informazioni contenute in questo articolo sono puramente indicativi e non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.