Attiva il tuo metabolismo!

A cura di Paolo Tarzia Personal Trainer, Educatore Alimentare

 

Siamo quasi giunti alla fine dell'inverno e tutti noi stiamo attendendo con grande ansia l'arrivo della bella stagione: l'estate! Durante questo periodo dell'anno tutto sembra assumere una cornice diversa, sia per la lunghezza delle giornate, sia per la leggerezza dei ritmi quotidiani, sia per la voglia di rilassarsi e scrollarsi di dosso tensioni e problemi di tutto l'anno.

Proprio in questo particolare momento dell'anno, molte persone necessitano il bisogno di ritrovare una buona forma fisica per sentirsi meglio con loro stessi.

Per tale ragione, questo articolo vuole offrire risposte adeguate per tutti/e quelli che intendono ritrovare una buona forma fisica per affrontare la “famigerata” prova costume.

Innanzitutto invito chi non l'avesse ancora fatto a leggere l'articolo pubblicato dalla mia collega Barbara, questo vi aiuterà a comprendere, tramite chiare e semplici indicazioni, l'importanza della depurazione e del drenaggio, passaggio fondamentale prima di intraprendere qualsiasi forma di dieta.

Per raggiungere risultati importanti e soddisfacenti dobbiamo ribadire con forza un semplice concetto: “per dimagrire non possiamo non prendere in considerazione il metabolismo del nostro corpo, ossia la nostra capacità di bruciare grassi”. L’importanza di un metabolismo attivo è basilare, avere un metabolismo veloce infatti, aiuta ad avere un fisico snello ed asciutto.

Come possiamo aiutare il metabolismo nel bruciare più velocemente i grassi corporei? Semplicemente adottando un’alimentazione corretta e facendo il giusto esercizio fisico.

Per quanto riguarda il primo aspetto, uno degli errori più comuni è quello di saltare la prima colazione.

Il primo segreto per mantenere un metabolismo attivo è fare una buona colazione in quanto è il primo pasto che il nostro corpo affronta dopo una notte “di digiuno”, ossia quelle ore nelle quali non ha assimilato nulla.

Se siete dell'idea che saltare la colazione possa in qualche modo aiutarvi a dimagrire, state facendo un errore molto grosso: infatti, saltando la colazione otteniamo solo un mero rallentamento del nostro metabolismo che si traduce in una riduzione della capacità del nostro corpo di bruciare grassi, inoltre ci priviamo di tutte quelle energie necessarie per l'intera giornata. 

 Sempre in relazione alla colazione, una consuetudine molto diffusa è la tipica colazione “all’italiana”, ossia la tipica colazione fatta di cappuccino e Brioches!

La sconsiglierei vivamente a chi vuole adottare un regime dimagrante in quanto produrrebbe un innalzamento degli zuccheri nel sangue (glicemia) che possono avere effetto ingrassante e/o comunque rallenterebbe il dimagrimento.

Spesso mi viene chiesto come regolo la mia colazione.

Per quanto riguarda la mia colazione solitamente non manca mai mezza tazza di acqua tiepida e limone spremuto.

In una prima analisi può sembrare un rimedio banale, tuttavia rappresenta un metodo facile e veloce per contrastare i radicali liberi (molecole che se in eccesso sono nocive all’organismo e che vengono prodotte in elevate quantità a causa di stress ed alimentazione scorretta), in quanto apporta buone quantità di vitamina C e ha funzione Alcalinizzante (o basificante).

Questa semplice mossa Vi aiuterà a prevenire inoltre disturbi stagionali come la classica influenza e le malattie degenerative.

Oltre a quanto appena detto il limone porta ulteriori benefici al nostro sistema immunitario: infatti favorisce il dimagrimento, rappresenta un’ottima fonte di vitamina C ed è ricco di potassio, elemento utile per tenere sotto controllo la pressione arteriosa nei soggetti che soffrono di ipertensione arteriosa.

Oltre alla tazza con il limone non faccio mai mancare delle fonti di carboidrati a basso indice glicemico come cereali tipo avena e farro, frutta di stagione (kiwi, arancia..), associati ad una fonte proteica (bianco dell’uovo, latte di soia, proteine del siero del latte).

Non possono non mancare dei grassi ma quelli considerati buoni, reperibili in questo periodo nell’avocado, frutto ottimo in quanto ricco di grassi insaturi e omega 3, Vitamine A,E,B1,B2 B6, D, K e PP e Minerali  noci, mandorle, nocciole, pistacchi.

Per quanto riguarda il secondo aspetto, se si vuole ottenere un ottimo metabolismo attivo, non posso che ribadire l'importanza dell’attività fisica.

Cercate di svolgerla quotidianamente, anche se per un breve periodo, dato che questa apporterà benefici al vostro metabolismo.

Ora che stiamo affrontando la tematica dell'attività fisica, voglio dare un piccolo consiglio a tutte le nostre lettrici: per attività fisica non si intende esclusivamente solo l'attività aerobica come fanno molte di voi!

Un'attività fatta esclusivamente di camminate/corse, (spesso non appropriata allo scopo) non può ritenersi un'attività fisica idonea ai risultati che ambite! Molte di voi pensano che l’attività anaerobica (cioè quella che usa anche i pesi nella sala attrezzi della palestra), faccia “ingrossare”.

Non entrando troppo nello specifico, a causa di predisposizioni morfologiche ed ormonali, la donna facendo pesi non è portata ad ingrossarsi come nel caso dell’uomo. Praticando questi esercizi (naturalmente seguiti da personale qualificato e schede di allenamento personalizzate) potrà solo migliorare il suo aspetto fisico creando infatti un tono muscolare migliore, aumentando ulteriormente il metabolismo basale (MB) e perdendo così più velocemente la massa grassa.

Concludendo non fate attività fisica errata o fai da te! Per chi non avesse le competenze o vuole semplicemente migliorare, consiglio di affidarsi ad un valido Personal Trainer con il quale potrete programmare un lavoro mirato al vostro singolo caso. Così facendo, otterrete sia un giovamento del tono muscolare, sia dimagrimento generico o localizzato, sia un miglioramento dell’elasticità e mobilità fisica.

Paolo      

I consigli dietetici forniti e le informazioni contenute in questo articolo sono puramente indicativi e non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.