Come funziona l’isolamento domiciliare? Guida al comportamento

I consigli di Biokirei

 

Cosa fare quando il virus vive sotto il nostro tetto?

Se siamo contagiati e ci viene imposto l’isolamento, il problema principale è: eliminare il virus che potrebbe essersi depositato in casa. Ci sono delle norme imposte del Ministero della Salute che vanno seguite con attenzione quando si convive con un malato domiciliato di Covid-19. Eccone alcune:

Utilizzare stanze separate

Una buona norma è avere bagni (se non possibile quantomeno utilizzare il bagno in orari diversi) separati. Per il tempo della quarantena la persona sottoposta ad isolamento, dovrebbe rimanere in una stanza dedicata con buona ventilazione. Il malato dovrebbe dormire solo e limitare i contatti con altre persone residenti nella stessa abitazione. 
 
La disinfezione del bagno, in caso se ne abbia a disposizione solo 1, va fatto con prodotti a base di cloro (candeggina) al 0,5% o Alcol almeno al 70%. I locali vanno adeguatamente arieggiati e gli abiti vanno lavati con lavaggio dedicato e disinfettante per tessuti. 

Contatti vietati

Quello che spesso spaventa è che, all’interno del proprio nucleo familiare, si debbano mantenere le distanze. Trattandosi del miglior metodo di protezione degli altri, è un difficile sacrificio che andrà fatto. 
L’esposizione va evitata anche per quanto riguarda gli oggetti di uso quotidiano: asciugamani, salviette, lenzuola, bicchieri, piatti, posate ecc...

Isolamento di pazienti sintomatici e asintomatici

Sembra oramai chiaro che, alcuni soggetti, manifestano i sintomi, ed altri no. Non è ancora chiaro il periodo di trasmissione ed è pertanto necessario l’isolamente per almeno 14 giorni. Sia nel caso dei pazienti che manifestano i sintomi, che no,  sarà necessario rimanere in isolamento fino a controlli sierologici o tampone negativo. 
In questo caso il paziente deve indossare sempre la mascherina quando si trova in altre stanze o in presenza, anche a distanza, di altri familiari. 

Pulizie con un paziente affetto da Covid-19

Come già detto, i conviventi devono evitare il più possibile i contatti con il malato. Gli spazi abitativi di degenza vanno puliti con prodotti disinfettanti appositi (alcol almeno al 70% e candeggina). Chi effettua la pulizia deve indossare camice e guanti monouso.
La biancheria e gli abiti vanno lavati in lavatrice ad almeno 60° con detersivi disinfettanti adatti.