Dormire bene: un rito essenziale

Un buon riposo è fondamentale per rigenerare l’organismo e permettergli di vivere giornate al pieno dell’energia

 

Dormire bene e nella quantità di ore adatte all’età, è fondamentale per rigenerare l’organismo e permettergli di vivere giornate al pieno dell’energia. Le ore di sonno infatti servono all’organismo per liberarsi dallo stress della giornata, dalle tossine e preparano corpo e psiche ad affrontare una nuova giornata. L'importanza di un buon sonno
Spesso questo non accade e la difficoltà di addormentamento, accompagnato da frequenti risvegli notturni ed un sonno per nulla riposante, possono diventare problemi ricorrenti.

Se si soffre di questi disturbi è bene aiutare il corpo a ritrovare il proprio equilibrio, perché sul lungo periodo si rischia di diventare persone molto nervose, un po' tristi che per un non nulla esplodono e non riescono ad affrontare i piccoli stress del quotidiano. Questi effetti sono dovuti al fatto che senza un sonno ristoratore il corpo non si ricarica e pian piano si indebolisce.

Esistono diversi integratori che possono aiutare a ritrovare questo sano equilibrio di sonno-veglia, di seguito alcune indicazioni a riguardo.

  • Quando si avvertono i primi sintomi di insonnia, soprattutto se si è persone molto nervose, è bene iniziare ad assumere il magnesio, minerale che aiuta a distendere il sistema nervoso permettendogli di dedicarsi al riposo.
  • Da prendere in associazione al magnesio o singolarmente, esistono diversi fitoterapici che possono aiutare: valeriana, passiflora, escolzia e tiglio per i più piccoli. Di tutti questi rimedi esistono diverse formulazioni: tisane, tinture madri e compresse/capsule. In base alla situazione si sceglie la formulazione più adatta.
  • tisana per rilassarsiLa tisana è il rimedio più blando e adatto alle persone che hanno voglia di dedicare tempo al rito dell'infuso, poiché già questo le aiuta a rilassarsi. Per le persone più frettolose e che al pensiero di fare una tisana si innervosiscono, meglio utilizzare le altre formulazioni.
  • Passiflora e valeriana sono due piante usate per calmare gli stati ansiosi durante il giorno e per favorire un sonno ristoratore la sera. In particolare la passiflora è indicata nelle lievi forme di insonnia dovuta a troppa eccitazione cerebrale per eccessivo lavoro intellettuale.
    La valeriana invece è più indicata per le persone che faticano ad addormentarsi in quanto è dimostrato che riduce i tempi di addormentamento e migliora la qualità del sonno.
    Per entrambe le piante si può valutare di assumerle solo prima di dormire o se si è persone molto ansiose, di associare l’assunzione serale a una durante la giornata così da non arrivare la sera con un sistema nervoso troppo eccitato.
  • Proseguendo troviamo l’escolzia che, tra le piante elencate, è la pianta più ipnoinducente ed è adatta sia a persone che faticano ad addormentarsi, sia per chi ha risvegli notturni. I primi la assumeranno mezz’ora prima di coricarsi, i secondi appena prima di andare a letto e, se ci dovesse essere il risveglio, la possono assumere nuovamente.
  • Per i più piccoli la pianta più indicata è il tiglio in quanto è un sedativo delicato del sistema nervoso. Molto utilizzata è la camomilla, ma bisogna controllare che il piccolo si rilassi e non si agiti, perché la camomilla potrebbe fare l’effetto contrario.
  • melatonina e ciclo del sonnoInfine c’è la melatonina, che è uno tra gli integratori più conosciuti per affrontare il problema dell’insonnia ed è una molecola che il nostro organismo già produce e che serve a capire quando è ora di dormire, infatti viene prodotta nelle ore notturne, in particolare con il buio.
    È utile utilizzare la melatonina quando c’è la sindrome da jet-lag e quando l’età avanza e ci si accorge di non dormire più bene come prima, poiché con l’invecchiamento si riduce la produzione fisiologica di questa molecola.
  • Molto utili per grandi e piccini sono gli oli essenziali di: melissa, lavanda, mandarino, fiori di arancio e ylang ylang. Questi possono essere utilizzati nell’acqua di un bagno serale o diffusi nell’ambiente.

Concludendo è bene sapere che un massaggio serale ai piedi di piccoli e grandi, mettendo una goccia di olio essenziale di lavanda sulla pianta del piede, favorisce un dolce sonno.

Buon riposo a tutti.

Paola Cossali            


Dottoressa Biokirei
Paola Cossali
, Dottoressa in Scienze e Tecnologie Erboristiche presso l'Università degli Studi di Milano

 


N.B.
Scopri la nostra selezione di rimedi naturali per favorire un sonno sereno e ristoratore, nella categoria della salute di Biokirei dedicata all'insonnia.


I consigli dietetici forniti e le informazioni contenute in questo articolo sono puramente indicativi e non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.