Erisimo 'l'erba dei cantori': benefici e controindicazioni

I consigli di Biokirei

 

L’erisimo (Sisymbrium officinale) o Erba del cantore è una pianta tipica di Europa Centrale e Meridionale conosciuta, in medicina naturale, per le proprietà emollienti e lenitive delle infiammazioni delle vie respiratorie. 

Erisimo: qualità e benefici della tradizione

Il nome in greco antico di questa pianta della famiglia delle Brassicaceae o Crucifere era ‘io salvo il canto’. Fin dall'antichità era infatti utilizzata da cantanti e attori della tragedia per proteggere la gola, curare l’afonia ed eliminare le infiammazioni alle vie respiratorie. 

Nella naturopatia moderna si riscontrano nell’erisimo le qualità di:

  • azione emolliente
  • azione lenitiva
  • azioni sulle funzionalità orofaringee e del tono di voce
  • funzionalità delle prime vie respiratorie (disfonia funzionale, disfonia organica, reflusso faringo-esofageo, flogosi delle vie aeree)

Utilizzo dell’erisimo

La droga di erisimo è estratta delle parti aeree, fiori in particolare. Questi sono ricci  di composti chimici come i solforati, i glucosinolati o tioglucosidi, ma anche mucillagini, itoli, flavonoidi, acido ascorbico, ecc. 

L’insieme di questi elementi conferisce, oltre a proprietà positive per l’organismo, anche il tipico sapore simile al senape dell’estratto. 

Assumere erisimo può essere quindi consigliato anche in abbinamento a cure tradizionali per la gola, ma anche come prevenzione per chi usa spesso la voce come insegnanti, relatori e cantanti.