Ganoderma o Fungo Reishi: il fungo 'dell'immortalità'

I consigli di Biokirei

 

Il fungo dell’immortalità, in uso da millenni nella medicina tradizionale cinese. Oltre a rinforzare il Qi (l’energia vitale secondo la tradizione orientale) il fungo Reishi o Ganoderma è dotato di numerose proprietà curative. Scopri quali sono in questo articolo!

Il fungo Reishi o Ganoderma è anche noto in Cina come Ling Zhi, ossia “essenza dell’immortalità”. Il suo nome scientifico è Ganoderma Lucidum ed è utilizzato da millenni come fungo officinale.

Cos’è il Ganoderma e dove si trova

Il fugo Reishi o Ganoderma è un fungo saprofita, cioè un organismo che necessita di un substrato legnoso in decomposizione per svilupparsi. A questo scopo predilige il legno di quercia e di castagno, in ambienti umidi.

Per salvaguardare la crescita spontanea di questo prezioso fungo, da tempo se ne pratica la coltivazione che può avvenire in due modi:

  • In bottiglia, tramite inserimento delle spore in un’apposita pasta di legno
  • In cassetta. Con questo metodo le spore vengono inoculate su pezzi di tronco all’interno di scatole create con lo stesso legno

Oggi il fungo Reishi o Ganoderma è diffuso e coltivato sia in oriente (Cina e Giappone) che in occidente (America).

Questo fungo ha un cappello circolare, di colore rosso oppure
nero, il gambo è verticale od obliquo, lungo al massimo 30 cm. L’odore è tannico e il sapore legnoso. Il fungo Reishi o Ganoderma rosso è il più utilizzato, perché presenta una maggior concentrazione di principi curativi, rispetto al più piccolo Ganoderma nero. Il cappello può
raggiungere i 15 cm di diametro e si presenta con il centro rosso e il bordo regolare di colore chiaro, giallo lucido se giovane, opaco quando maturo.

Benefici del Fungo Reishi

Le proprietà farmacologiche del fungo Reishi o Ganoderma sono note da millenni, soprattutto nella medicina tradizionale dell’estremo oriente.

Oggi queste proprietà trovano conferma grazie a numerosi studi scientifici che ne hanno comprovato l’efficacia in numerosi trattamenti.
Gli antichi imperatori della Cina erano disposti a pagare cifre esorbitanti per il fungo Reishi o Ganoderma, perché considerato il fungo dell’immortalità. Questo ingrediente naturale è in grado di modulare la risposta del sistema immunitario: rinforzandolo quando debole e
affaticato, ad esempio in caso di infezioni; oppure contenendone la risposta quando eccessiva, come nel caso di allergie o infiammazioni.

Secondo la scienza moderna, questo prezioso fungo officinale è un “adattogeno”, cioè dotato della capacità di aumentare in maniera aspecifica la resistenza dell’organismo a stress di varia natura, sia fisica che mentale.

Secondo la medicina naturale, i benefici associati al fungo Reishi o Ganoderma potrebbero aiutare in caso di:

  • Allergie e infiammazioni
  • Può influire favorevolmente sul sistema immunitario
  • Antibatterico
  • Congestione (grazie all’effetto mucolitico)
  • Può avere effetti antivirali e preventivi per la bronchite
  • Tono del Cardio
  • Abbassamento il colesterolo
  • Influire sull'abbassamento della glicemia (Ipoglicemizzante sul diabete mellito di tipo 2)
  • Abbassa la pressione sanguigna
  • Antidepressivo e distensivo
  • Antiossidante
  • Anticancerogeno (promuoverebbe la risposta immunitaria virale e tumorale)
  • Ostacolare il virus HIV

Effetti collaterali dell'utilizzo di Ganoderma

Il fungo Reishi o Ganoderma è considerato un’erba superiore e di prima qualità, sia dalla medicina tradizionale cinese, sia dagli studi erboristici occidentali.

Il Ganoderma è un prodotto privo di effetti collaterali, che può essere consumato anche per lunghi periodi.

Come assumere il fungo Reishi o Ganoderma

È utilizzato spesso come coadiuvante di terapie complesse, ma il Ganoderma o fungo Reishi è un integratore alimentare, non un farmaco. Come tale, benché sia sempre auspicabile il parere di un medico, gli integratori a base di fungo Reishi o Ganoderma possono essere assunti da tutti.
Il fungo Reishi o Ganoderma può essere assunto in forma alimentare. Dopo la raccolta, per il suo consumo è consigliabile essiccarlo per poi procedere a cottura (meglio se per ebollizione) o a infusione.
L’utilizzo più diffuso è il consumo tramite integratori a base di Ganoderma o Reishi, che si presentano in forma di tavolette o polvere. Gli integratori di qualità vantano una concentrazione di principi attivi superiore rispetto all’alimento essiccato.

L’integratore di fugo Reishi o Ganoderma andrebbe assunto quotidianamente, meglio se al mattino e in combinazione con la vitamina C, che ne favorisce la digestione.
Non si ha notizia di effetti collaterali in gravidanza o allattamento a causa di una mancanza
di studi specifici. Per questo motivo, a titolo precauzionale, se ne sconsiglia l’assunzione in questa specifica fase della vita.


Unica avvertenza è per i pazienti immunosoppressi o sottoposti a trapianto di organi per i quali, forse, l’assunzione del Ganoderma potrebbe non essere consigliabile.


Le informazioni fornite sono di carattere generale e a scopo divulgativo, non possono intendersi in alcun
modo come indicazioni terapeutiche, né vogliono sostituirsi al consiglio di medici abilitati o altri operatori
sanitari.