Stress e lockdown cosa fare per non cedere all’ansia

I consigli di Biokirei

 

Sentirsi stressati, frustrati o in ansia durante un lockdown è normale, ma ritrovare la serenità è importante per affrontare al meglio questo periodo. Leggete l’articolo: abbiamo raccolto alcuni consigli utili per superare i momenti difficili!

L’impossibilità di muoversi a proprio piacimento e le restrizioni sugli incontrarsi con amici e parenti, conseguenti ad un lockdown, generano frustrazione e stress nella maggior parte delle persone. L’incertezza di ciò che sarà e la paura della malattia rende la gestione delle emozioni sempre più difficile portanso pesso ansia e nei casi più gravi depressione.

Tristezza, ansia, paura del contagio sono disturbi funzionali, assolutamente normali nel contesto che stiamo vivendo. La depressione, invece, è una vera e propria patologia, si manifesta in modo specifico (con difficoltà ad alzarsi dal letto e a svolgere le attività quotidiane, senso di colpa e inutilità, insonnia grave), può protrarsi a lungo nel tempo e quando si presenta è bene chiedere aiuto agli specialisti per avviare una terapia efficacie. 

Ansia ed isolamento forzato

L’essere umano è un animale sociale ed è normale soffrire per una situazione di isolamento forzato. L’essere umano, però, ha anche una grande capacità di adattamento ed è programmato per fronteggiare situazioni di stress, riorganizzando le proprie risorse o trovandone di nuove. In questo contesto sono fondamentali: un’alimentazione sana ed equilibrata, l’attività fisica, l’igiene del sonno e il mantenimento dei contatti sociali, quantomeno tramite l’uso della tecnologia.
Vediamo alcuni consigli che possano tenere a bada lo stress da lockdown!

 

Scopri il consulto con la Dottoressa Emanuela Duca, psicologa, per aiutarti nella risoluzione dei disturbi legati all'ansia. Con esperienza specifica come Sessuologa clinica,  la Dott.sa Emanuela saprà ascoltarti anche se i tuoi problemi non hanno natura sessuale ma sono semplicemente legati alla sfera della tristiezza, della solitudine e dell'ansia, spesso causate dal difficile momento che stiamo vivendo.

1) Prendersi cura di sé

Che siate bloccati in casa o costretti a spostarvi per lavoro, non rinunciate a dedicare del tempo a voi stessi. Mente e corpo necessitano delle vostre cure per rendere al meglio!
Allentate le tensioni dei muscoli con un semplice esercizio distensivo: inspirando, partendo dal viso, strizzate gli occhi e la bocca, stringete la mandibola e cercate di attivare tutti i muscoli del volto mantenendo la tensione per 20 secondi, poi espirando lasciate andare tutto rilassando la muscolatura per altri 30 secondi. Continuate in modo analogo con gli altri gruppi muscolari: il collo e le spalle, l’addome e la pancia, le braccia e le mani, i glutei, le gambe e infine i piedi. Questa semplice tecnica vi permetterà di riacquistare il controllo sul vostro corpo e sulla vostra mente, rilassando muscoli che probabilmente non vi accorgevate neanche di avere in tensione. Questo esercizio, effettuato prima di andare a dormire, potrà essere di grande aiuto per contrastare alcuni disturbi del sonno.
Un bagno caldo è un altro antico ed efficace sistema per allentare le tensioni, meglio se impreziosito dalla fragranza di olii essenziali come lavanda o vaniglia che favoriscono il rilassamento.

2) Allenare la presenza mentale

Non è un caso che molti si siano dati ai fornelli e alla panificazione da quando siamo rimasti bloccati in casa. Cucinare richiede concentrazione ed è un modo per mantenere la mente impegnata, regalandole sollievo dai pensieri negativi e dall’ansia. Impastare a mano, inoltre, può rivelarsi utile per sfogare le energie in eccesso e allentare le tensioni del corpo.

Allenare la presenza mentale significa imparare a vivere nel presente, attimo dopo attimo, senza farsi angosciare per ciò che è stato o per ciò che ancora non è avvenuto. Il tempo
della vita è il presente, non il passato o il futuro.
Thích Nhất Hạnh ci insegna che la presenza mentale si può esercitare in ogni momento: mentre sorseggiate una tazza di tè, mentre lavate i piatti, anche mentre state guidando per
andare al lavoro o a fare la spesa! L’importante è mantenere la concentrazione su ciò che si sta facendo, esserne consapevoli, senza permettere ai pensieri di intromettersi
portandovi altrove.

Il controllo del respiro è un grande alleato della presenza mentale. Un modo per esercitarlo è attraverso lo yoga e la meditazione. Provare per credere!

3) Cambiare atteggiamento

Non lasciatevi trascinare nel buio dai pensieri negativi! Non dovreste contrastarli, perché fanno parte di voi, ma potete metterli in discussione. Quando un pensiero negativo si presenta potreste chiedervi “Davvero è così?”, in questo modo sarà più semplice cambiare la percezione di quel pensiero.
La nostra mente può essere allenata ed educata! Più vi lascerete andare ai pensieri negativi e più ne verranno, viceversa più cercherete di avere un atteggiamento positivo e più sarà semplice sorridere.
A proposito di sorrisi: sorridete! Fatelo più che potete, dal momento in cui vi svegliate fino al momento di andare a dormire. È scientificamente dimostrato che correggendo il
linguaggio del corpo anche la mente si adatterà di conseguenza
. Quindi, aprite la vostra postura e sorridete di più.
Proteggersi dalle negatività
Cercate di limitare il sovraccarico di informazioni negative che possono venire dai media. Limitate ad un massimo di due volte al giorno il monitoraggio delle notizie in televisione, su internet o alla radio.
Concentratevi per quanto possibile sui vostri hobby: provate a disegnare o a dipingere, dedicatevi alla lettura di quel libro che da tempo vi aspetta sul comodino, giocate e siate creativi!

4) Un aiuto dalla natura

Purtroppo, in periodo di lockdown, non tutti possono trarre beneficio da una passeggiata nella natura (se però vivete vicino ad un parco o ad un bosco, non esitate!).
Fortunatamente, la natura può venire da noi sottoforma di erbe ed essenze utili al nostro benessere olistico psicofisico.

Integratori a base di piante officinali come l’iperico, il ganoderma o la schisandra possono essere utili per migliorare in modo naturale gli stati ansiosi e aiutarci ad
affrontare i cambiamenti
, grazie alle loro proprietà adattogene.

Tisane a base di camomilla, melissa o verbena sono note da sempre per le loro proprietà rilassanti e distensive, l’ideale da sorseggiare prima di andare a dormire, ma adatte anche al mattino per affrontare la giornata con maggiore serenità.

La diffusione nell’ambiente di essenze e oli come la lavanda, ylang ylang o cipresso possono contribuire al nostro senso di benessere e regalarci un po’ di distensione dallo
stress.

Se hai bisogni di consigli su quale prodotto della natura sia più adatto alle tue esigenze, al tuo disturbo o quello di chi ami, la naturopata Emanuela Carlessi è a tua disposizione per rispondere a domane e fornire utili consigli sul benessere olistico offerto dalla natura, secondo millenarie tradizioni! 

-----------------------
Le informazioni fornite sono di carattere generale e a scopo divulgativo, non possono intendersi in alcun modo come indicazioni terapeutiche, né vogliono sostituirsi al consiglio di medici abilitati o altri operatori sanitari.