Iperico: tutti i benefici erboristici per pelle, capelli e cicatrici

I consigli di Biokirei

 

L’iperico è una pianta officinale nota per le sue proprietà ansiolitiche e antidepressive, ma il suo utilizzo può portare numerosi altri benefici. Scoprite tutti gli altri usi erboristici di  pianta.

L’iperico (Hypericum perforatum) è una pianta officinale, perenne, della famiglia delle Hypericaceae, dai caratteristici fiorellini gialli. L’iperico è conosciuto nella tradizione anche con il nome di Erba di san Giovanni, perché raggiunge il periodo di massima fioritura verso il 24 giugno, giorno in calendario dedicato alle celebrazioni del Santo.

L’uso dell’iperico nel trattamento di diverse patologie è noto da millenni (ne parlava già Plinio il Vecchio all’epoca dell’antica Roma), soprattutto per le sue proprietà erboristiche antinfiammatorie e antisettiche. L’uso per il trattamento dei disturbi depressivi lievi, come la depressione stagionale e i disturbi della menopausa è, invece, scoperta più recente.

Le proprietà dei fiori di iperico

I flavonoidi sono i principali fitocomplessi, contenuti nelle estremità fiorite della pianta di iperico, a cui si devono le sue proprietà fitoterapiche. Tra i principi attivi della pianta vi è
l’ipericina che fornisce il caratteristico colore rosso delle preparazioni erboristiche dell’iperico ed è la responsabile della maggior parte degli effetti ad esso correlati.

Dai fiori di questa pianta officinale è possibile ricavare diverse formulazioni indicate per i trattamenti:

  • Infuso
  • Estratto secco
  • Tintura madre
  • Oleolito

In base alla preparazione scelta, l’iperico può essere assunto per via orale o ad uso topico a seconda delle proprietà che più si vuole sfruttare.

Proprietà cicatrizzanti

L’olio di iperico e la tintura madre sono indicate per uso topico in caso di scottature, eritemi, ferite e piaghe di varia natura o le emorroidi. Tradizionalmente questo è uno degli utilizzi più noti e apprezzati dell’iperico, grazie alle sue proprietà astringenti, antibatteriche e cicatrizzanti.

Aggiungendo alcune gocce di olio essenziale di lavanda all’olio di iperico si otterrà anche un ottimo ed efficace rimedio contro le punture di insetto.


Proprietà anti-age dell'iperico

L’iperico sembra avere la capacità di stimolare la produzione di collagene. Questa sua proprietà è riscontrabile nell’uso tradizionale per la cura di ferite e bruciature ed è oggi d molti apprezzata anche nel trattamento antirughe, dell’acne o delle smagliature e come rinvigorente dello stato di salute dei capelli.

L’iperico nella cura di diverse patologie

Grazie alle sue numerose proprietà, l’iperico è utilizzato nella medicina popolare per il trattamento di diversi disturbi.
L’infuso dei fiori gialli di questa pianta è tradizionalmente impiegato per il trattamento di

  • disturbi dell’apparato respiratorio, come tosse e bronchiti
  • disturbi dell’aparato uro-genitale, come cistiti o enuresi notturna

Nelle altre sue formulazioni (estratto secco o tintura madre) l’iperico è impiegato nella medicina tradizionale sia occidentale che orientale per la cura di

  • parassitosi (vermi)
  • disturbi gastrointestinali (diarrea o gastrite)
  • dolori muscolari
  • tonsilliti
  • asma
  • depressione lieve
  • ansia
  • attacchi di panico

Controindicazioni

L’iperico può avere delle controindicazioni. Può interferire con alcuni farmaci, come

  • ridurre gli effetti dei contraccettivi orali
  • diminuire gli effetti di alcuni anticoagulanti
  • aumentare gli effetti degli antidepressivi

È importante confrontarsi sempre con il proprio medico curante prima di assumere qualunque integratore, soprattutto se si è già in terapia farmacologica per la presenza di patologie.

Gli effetti collaterali in conseguenza all’assunzione di iperico sono scarsi, ma è stato riscontrato un certo grado di fotosensibilizzazione, per cui è meglio evitare l’esposizione diretta al sole o alle lampade abbronzanti nel periodo di trattamento.

A scopo precauzionale si sconsiglia l’uso dell’iperico in gravidanza e in allattamento.


Le informazioni fornite sono di carattere generale e a scopo divulgativo, non possono intendersi in alcun modo come indicazioni terapeutiche, né vogliono sostituirsi al consiglio di medici abilitati o altri operatori sanitari.